Commenti da 1 a 10 su 185
Inviato da: Data: Commento
Michele 01/01/2021 15:09:14 Dopo aver letto la storia ed i vari commenti su quanto riguarda Leonardo Vitale, lo ritengo meritevole di essere santificato per l'esempio dato a tutti coloro che si trovavano e si trovano nella sua situazione.
Mario 02/05/2020 17:49:22 Si sa che è vero che nostro signore raccoglie sempre i fiori più belli nel giardino della vita !
Edoardo 15/03/2020 14:56:21 Sicuramente dagli scritti lasciati e dal suo conseguente comportamento si evince la sincerità della sua conversione. Specialmente quando afferma di non voler aver mai abbandonato Dio è, penso la cifra più evidente del suo pentimento. Il suo radicale cambiamento e il suo intento di lottare contro questo male che è la mafia, anche a costo della sua stessa vita, di essere non creduto e addirittura perseguitato anche da parte delle autorità statali, per giunta uniti alla volontà di portare la salvezza a quanti ancora sono immersi in quel mondo malvagio, porta ancora di più alla convinzione che Leonardo Vitale meriti di essere annoverato fra i martiri della giustizia accanto al beato don Dino Puglisi.
Pino 29/08/2019 11:39:11 A quando la causa di beatificazione
Barbara 09/10/2018 17:25:50 Leuccio mio grazie ancora una volta per il tuo aiuto. La tua mano mi guida e mi accompagna ogni giorno. Spero che il Signore ci darà la gioia di vederti santo ufficialmente, perchè già lo sei! tua nipote Barbara
Ferdinando 27/08/2018 18:00:14 Per me Leonardo o,Leuccio come te lo chiami, è in Paradiso perché ha espiato con la morte e relativa sofferenza dei cinque giorni prima di presentarsi da Nostro Signore, qualsiasi peccato abbia potuto commettere. Ma si è ravveduto.
Anna 06/07/2018 01:29:12 Anche se veramente è poco quello che ho letto qui, in confronto a quello che sicuramente è possibile ricostruire della vita di Leonardo Vitale, soprattutto del periodo del manicomio criminale che ritengo essere il periodo più significativo per la sua santificazione, credo che sia comunque abbastanza per poter affermare che, a mio parere (come cristiana), ci sono tutti i presupposti per poter chiedere l'avvio di una causa di beatificazione per essere dichiarato martire. Il dolore profondo del male fatto e il pentimento vero, provato concretamente dalla confessione, non solo sacramentale ma anche alla giustizia, pur sapendo di rischiare la vita. La preghiera e l'attaccamento costante ai Sacramenti, dopo la conversione. La preghiera dettata dal desiderio profondo di conversione e salvezza eterna anche per chi ancora era immerso nel male (ed era suo acerrimo nemico). L'accettazione degli anni di dolore, solitudine e "torture" di ogni genere subite nel manicomio criminale, offrendoli in riparazione del male compiuto e per la conversione dei suoi nemici, rimanendo sano di mente e anzi trovando pace e serenità e la libertà di spirito che non aveva mai avuto. Per tutto questo auguro un buon cammino alla Luce di Dio che, se vuole "servirsi" ancora di Leuccio per convertire altri, aprirà ogni strada per giungere dove Lui vuole. Con affetto Anna
Franco 31/01/2018 11:26:21 Ho appena letto la biografia su Leonardo Vitale “Leuccio”. In lui ho visto una sincera conversione, il reale pentimento è dettato non da paura del carcere o da uno sconto di pena come per molti avviene, ma dal provare orrore per i propri sbagli. Il suo avvicinamento a Dio genera in lui un amore sempre più grande per la vita e per gli uomini. Le sue sofferenze fisiche e morali aumentano in Leuccio ancora di più la fede in Dio e in Gesù grazie anche alla sua devozione per la Madonna mediatrice tra gli uomini e Cristo Suo Figlio. Quegli anni di patimenti che ha vissuto tra carcere e manicomio si possono vedere come una purificazione mediante la sofferenza per gli errori passati, per entrare direttamente in Paradiso subito dopo la sua morte. In Leuccio rivedo il pentimento sincero vero senza tentennamenti del buon ladrone a cui Gesù ha detto “oggi sarai con me nel Paradiso”. Spero che la testimonianza di Leuccio sia una spinta per coloro che vivono lontani da Dio per cambiare vita e che Leuccio possa intercedere per loro dal Paradiso.
Andrea 07/11/2017 15:12:27 da quanto ho potuto leggere, anche io ritengo che leonardo sia stato prima di tutto un martire nello spirito per le incomprensioni e le violenze subite ... ha avuto il coraggio di ripensare alla sua vita e, come il figliol prodigo, merita di essere rivestito dell'abito piu' bello anche dalla chiesa "purgante" e che si faccia festa per lui (quella celeste lo ha gia' sicuramente accolto tra i suoi membri beati)
Giuseppe 20/10/2017 21:47:41 Mio buon Francesco Paolo, sono io che Devo ringraziarti per avermi fatto conoscere una Tormentata vicenda di prepotenze e di Bontà, di INFAMIE e di Nobiltà. Speriamo che in VATICANO si attivino presto per iniziare questa pratica di Beatificazione, che mai come in questo caso è Giusta e altamente MORALE. Nell'attesa che inizi il processo per la sua Conclamazione fra i veri SANTI della Cristianità, non dimentichiamoci di Esecrare il turpe Giudiciume, che spesse volte supera le Scelleratezze della MAFIA; così come ampiamente dimostrato anche dalle indicibili Sofferenze inferte al tuo Martirizzato cugino Leonardo Vitale, alias LEUCCIO.